Orchidee in Festa

Vai pazzo per le orchidee?

Da venerdì 26 marzo a domenica 11 aprile il nostro nostro Garden Center di Capoterra si vestirà a festa con il più sensuale dei fiori.

Oltre a Phalaenopsis, Cymbidium e Dendrobium, troverai l’aerea Vanda, l’affascinante Cattleya, il profumato Oncidium e tante altre…
Sarà una vera festa per gli occhi

Ti aspettiamo!

L’evento è gratuito e aperto a tutti

Vi ricordiamo che i Garden Center sono spazi aperti, potete raggiungere il vostro Garden di fiducia sempre, anche in zona arancione, anche in un comune diverso dalla vostra residenza.

Specificate nell’autocertificazione che cercate piante, fiori, articoli per il giardinaggio o alimenti per animali con assortimento di prodotti non presenti nel vostro Comune. #lepiantesonovita

Vi ricordiamo che il 4 e il 5 aprile i nostri punti vendita rimarranno chiusi

Il genere Cambria non esiste in natura ma è il risultato dell’ibridazione
tra alcune specie, quali Oncidium, Odontoglossum e Miltonia.
Pianta di facile coltivazione, va tenuta in un luogo luminoso, ma lontano dai raggi solari, che potrebbero causare vistose scottature alle foglie.
La temperatura ottimale è di circa 18-20°C; minima tra i 10/15°C.
Amano gli ambienti ventilati.
Da marzo a settembre annaffiare regolarmente, ogni settimana, se è possibile per immersione, ovvero immergendo i vasi in acqua per alcuni minuti, per poi riporli in luogo asciutto; concimare ogni 25-30 giorni, con fertilizzante specifico per orchidee.
Durante i mesi freddi annaffiamo circa una volta al mese, o anche meno se le piante sono tenute in luogo con temperature inferiori ai 10°C.
Le Cattleya sono, in natura, piante epifite, cioè piante che crescono su alberi e rocce. La maggior parte sono deliziosamente profumate e hanno fiori vellutati. Sono piante robuste che amano un’esposizione molto luminosa ma non il sole diretto. Se le foglie sono verde chiaro allora la luce è corretta e la pianta sarà ricca di fiori, robusta e resistente alle malattie; se invece le foglie sono verde scuro significa che la luce è insufficiente, la fioritura sarà scarsa e la pianta debole e a rischio di malattie. Le Cattleya hanno radici aeree e quindi si coltivano con un terriccio specifico a base di corteccia che permette l’aerazione delle radici. È importante bagnarle poco è solo quando la pianta è completamente asciutta… meglio bagnarle una volta in meno che una volta di troppo!
Il Cymbidium è una bellissima orchidea sempreverde coltivata sia come vaso fiorito che come fiore reciso.
La temperatura ottimale è intorno ai 15-18°C, necessita di una buona circolazione dell’aria e non teme brevi gelate
Va annaffiata spesso in modo che il substrato di coltivazione non sia mai asciutto, pertanto dipenderà dalla temperatura esterna e dal tipo di substrato che utilizzate
Il Cymbidium si rinvasa in genere ogni 3-4 anni dopo la fioritura, sembrano fiorire con maggiore facilità se coltivati in contenitori stretti.
Se siete dei neofiti delle orchidee, potete iniziare con questa specie in quanto è facilmente adattabile e non difficile da coltivare inoltre fiorisce facilmente ed i fiori restano sbocciati anche per due mesi se l’ambiente non è troppo caldo e secco.
Scoperto e classificato dal botanico Olof Peter Swartz nel 1800, è originario del sud-est asiatico.
Il nome deriva dal greco ‘dendron’ che significa albero e ‘bios’ cioè vita, dato dal fatto che questo genere di piante tropicali, vive in natura abbarbicato ai rami degli alberi, traendo nutrimento dall’atmosfera umida tipica delle foreste equatoriali.
Sono anche dette Orchidee bamboo.
Presentano fusti rigonfi e nodosi detti pseudobulbi, nei quali conservano una scorta di nutrimento e di acqua, che consente loro di sopravvivere durante la stagione secca.
Si possono tenere all’esterno, alla luce e in luoghi ben ventilati.
Evitare i raggi del sole diretti, fino a quando i primi freddi segneranno l’inizio del riposo e la sospensione delle annaffiature. La concimazione va fatta con una soluzione molto diluita e il rinvaso va fatto soltanto quando non si può evitarlo.
Al genere Miltonia appartengono circa 20 specie, divise in due diverse famiglie: le Miltonia, provenienti dal Brasile, e le Miltoniopsis, provenienti da Colombia e Perù. È detta anche “Orchidea viola” e prende il nome dal Lord inglese Fitzwilliam Milton.
Le Miltonia necessitano di posizioni luminose ma non luce diretta e in estate possono essere poste in giardino o sul terrazzo, in posizione ombreggiata, possibilmente alla base di alberi o arbusti, in modo che godano dell’ombra e contemporaneamente siamo protetti dai venti e da eventuali temporali. La temperatura ideale per la loro crescita si aggira intorno ai 18/20 *C
Le Miltoniopsis possono resistere anche a temperature inferiori.
Le Miltonia necessitano di molta acqua, possibilmente fornita frequentemente, evitando però i ristagni, che potrebbero rovinare le radici molto sottili e delicate.
Gli Oncidium note anche con il bellissimo soprannome di Orchidee Ballerine o Principessa Danzante, originarie delle isole caraibiche e dell’America centrale e meridionale.
Le piante di orchidea ballerina in genere sono specie da amatori, e non sempre si trovano bene in appartamento. Ogni specie ha esigenze particolari, ma in generale tutti gli oncidium amano venire coltivati in luogo non eccessivamente caldo, con aria ben umida e molto ventilato.
Non necessitano di annaffiature eccessivamente frequenti; per questo motivo in genere gli oncidium vengono annaffiati soltanto quando il substrato di coltivazione è perfettamente asciutto, ed è spesso meglio evitare di annaffiarle piuttosto che bagnarle una volta di troppo; soprattutto non amano le annaffiature nel periodo di riposo vegetativo.
È famosa con il nome di sandalo di Afrodite o anche come scarpetta di Venere, per via della forma di foglie e fiori.
Provengono dal Sud Est Asiatico, Cina, India.
Sono abbastanza tolleranti in fatto di temperature che variano da specie a specie, si possono comunque ottenere ottimi risultati mantenendo una temperatura mite per tutte le specie senza particolari accorgimenti.
Queste piante infatti gradiscono posizioni luminose, ma non temono l’ombra. Occorre invece evitare l’esposizione prolungata ai raggi solari diretti che macchiano e rovinano le foglie. Poiché i Paphiopedilum sono sprovvisti di pseudobulbi non hanno a disposizione grosse riserve di umidità e pertanto bisogna assolutamente evitare che rimangano senza acqua per periodi molto lunghi e anche perché le radici di Paphiopedilum non sono aeree come quelle di molte altre orchidee, quindi rischiano di morire se rimangono asciutte per molto tempo.
Il nome Phalaenopsis deriva dalle parole latine phalaen (farfalla) e opsis (simile a) per la somiglianza del fiore alla forma delle farfalle.
Crescono molto bene a temperature alte con un alto tasso d’umidità ma si adattano benissimo nelle nostre abitazioni. Amano una luce molto intensa ma schermata, davanti a una finestra esposta a sud-est o a sud-ovest, con la protezione di una tendina. L’innaffiatura va effettuata preferibilmente con acqua demineralizzata poiché le radici aeree sono molto sensibili a eccessi di sali, perciò il concime va somministrato raramente, sempre dopo l’innaffiatura. Un buon metodo per capire quando innaffiare è dato dal colore delle radici: quando queste si asciugano cambiano lentamente colore passando dal verde acceso al grigio. Soffrono molto i ristagni idrici.
Finita la fioritura, é possibile tagliare gli steli floreali al di sotto dell’ultimo nodo che precede il primo fiore. Il substrato di coltivazione deve essere leggero e a grossa pezzatura
Il nome Vanda deriva dal sanscrito e significa “Pianta dell’aria”
E una delle specie più esotiche. Deve il suo fascino non solo ai suoi bellissimi fiori ma anche alle sue speciali radici aeree. Non ha un periodo fisso di fioritura e può sbocciare più volte l’anno. Possiamo coltivarla in vasi di vetro oppure appenderla e lasciarla crescere libera. Necessita di un’alta umidità ambientale e generalmente si irrigano, immergendo le radici in una bacinella con acqua piovana (o decantata) a temperatura ambiente per circa mezz’ora, circa due volte a settimana o non appena le radici assumono un colore argentato. Sono molto utili le vaporizzazioni con acqua demineralizzata su foglie e radici.

Sgaravatti Garden Center Capoterra

dal 26/03/21 al 11/04/21

070728025 int.1

PARTECIPA

Compila il form per partecipare all’evento

Lascia un commento